Equitalia Day il 6 Maggio : riequilibrare rapporto fisco/ contribuenti
Scritto da Federico Lippi   
marted́ 03 maggio 2011
(ASCA) - Roma, 3 mag - Un pacchetto di misure 'anti-oppressione' fiscale per riequilibrare il rapporto tra amministrazione finanziaria e contribuenti. ''Sfideremo Tremonti in Parlamento e nelle piazze''. Il Fli presenta i suoi emendamenti al decreto omnibus, all'esame delle Commissioni alla Camera, e annuncia 'Equitalia Day', una raccolta di firme per il 6 maggio, nei pressi di tutte le sedi provinciali di Equitalia, a sostegno delle proposte.

''L'attuale maggioranza ha contestato a Vincenzo Visco di creare uno stato di polizia fiscale e loro stanno facendo peggio - ha sottolineato il vice presidente del Fli, Italo Bocchino - la pressione fiscale aumentera' e con le addizionali irpef raggiungera' il 44%. Noi siamo a favore del recupero dell'evasione, che la Corte dei Conti stima in 130 miliardi, ma e' troppo facile prendersela con i piccoli imprenditori''.


Le proposte del Fli vanno dall'accesso alla contabilita' semplificata per tutte le imprese con ricavi non superiori al milione di euro (oggi il tetto e' 500.000 euro) all'abolizione delle norme che ''hanno introdotto il principio 'prima paghi poi contesti' con l'immediata esecutivita', entro 60 giorni, degli avvisi di accertamento''.

Un altro emendamento del Fli prevede di estendere ai provvedimenti cautelari la norma secondo cui l'agente della riscossione, prima di intraprendere un'azione esecutiva, notifichi l'imtimidazione al pagamento entro 5 giorni. Questo per evitare che i contribuenti subiscano, senza preavviso il fermo del proprio veicolo o l'iscrizione di una ipoteca su un immobile. ''Presenteremo questi emendamenti e sfidiamo Pdl e Lega - ha detto il capogruppo del Fli Benedetto Della Vedova - a dire da che parte stanno, se da quella che supera Visco, o dalle parte di chi vuole soluzioni equilibrate''.