Quando la realtà supera la fantasia: Bankitalia bacchetta.. le banche!!
Scritto da Federico Lippi   
lunedì 13 aprile 2009

Bankitalia bacchetta le banche: ''Vostro compito è proteggere i clienti deboli e ritrovare rapporti leali''

Palazzo Koch: necessario che vi sia "piena consapevolezza del legame tra lealtà con la clientela e sana e prudente gestione''. La Banca d'Italia considera la tutela della clientela "un punto qualificante della propria attività di vigilanza''



Però, piccolo piccolo in alto al lancio dell'Adn Kronos  svetta questa frasetta che  in realtà indirettamente "precisa" che gli Italiani sono i veri responsabili dei mali  in cui sono incorsi:


"Solo la metà degli italiani ha un'educazione finanziaria sufficiente"
Doveroso a questo punto chiedersi,
"ma quante banche hanno una educazione  di etica finanziaria?" Non si arriva certo a contare la metà delle banche, neanche ora che si son accorpate.

 

Questa è la barzelletta del giorno che ci fa capire  meglio fino a che punto si possa giungere pur di convincere gli utenti ad addossarsi tutte le colpe e quindi tutti gli oneri derivanti dalle disfunzioni delle settore Bancario, non ultimo l'utilizzo delle infernali  nuove macchinette bancomat con  le quali si cerca di farci fare anche i versamenti di danaro liquido ed assegni: non ci troveremo più solo avanti al P e f telematico ma ci divertiremo pure a sopportare direttamente il prelievo del nostro danaro da parte di un robottino che noi zotici, non abbianìmo saputo usare.

Abbiamo appreso con gioia che i robottini soppianteranno quanto prima i dipendenti bancari i quali saranno dedicati a piazzare alla clientela prodotti bancari, ed anche in questo caso, se compreremo prodotti "bacati", sarà solo colpa nostra perchè

"Solo la metà degli italiani ha un'educazione finanziaria sufficiente"

Quanti invece della metà che ha  "una educazione bancaria sufficente" si fidano  dei prodotti bancari? Sarebbe interessante scoprirlo.

Articoli correlati

 

 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 13 aprile 2009 )