carta Postepay bloccata, si figura la appropriazione indebita?
Scritto da Federico Lippi   
venerd́ 28 dicembre 2007
Oltre ad essere correntista Bancoposta, posseggo una carta Postepay, la quale, subito dopo aver ricevuto un versamento, è stata bloccata , impedendomi quindi di ritirare i soldi in essa contenuti.
Mi sono rivolto alle Poste Italiane sia inviando ben due raccomandate, sia con numerose telefonate. Nel frattempo sono trascorsi più di tre mesi, durante i quali, non sono stato mai contattato dalle Poste Italiane. L'unica cosa che sono riuscito ad ottenere, dopo molte insistenze, è stata l'apertura di una pratica da circa un mese, ma nulla è stato risolto.
Non le sembra che si possa parlare a questo punto di "appropriazione indebita"? Come posso derimere questa questione? Può darmi una mano?
In attesa di una sua risposta, porgo cordiali saluti.

 

Controlli che lei non si ritrovi ad esser moroso sul Conto Banco Posta. Perchè in tale caso la Banca, come indicato nel contratto da lei sotto firmato, avrebbe la possibilità di compensare le partite debitorie che lei ha col banco posta, col credito che vanta su Poste Pay.

Se così non fosse, vada dal Direttore dell'ufficio Postale, provi a parlarci e se non ottenesse validi riscontri, faccia  immediatamente una denuncia alla Polizia Postale ed ai carabinieri "per appropriazione indebita".

Cordialmente
Federico Lippi

Ultimo aggiornamento ( domenica 30 dicembre 2007 )