Cerca all'interno del sito le informazioni:
Ricerca personalizzata
Anatocismo
Mutui
Articoli
Le Brevi
Collegamenti web
FAQ
Da Scaricare
Newsletter
Segnalaci!

Vuoi segnalare il sito della Delegazione Lazio Centro Nord di ADUSBEF?

FedericoLippi.it
Copia il codice nel box qui sotto ed incollalo nel tuo sito web:

Oppure usa uno dei nostri Feed RSS o Atom cliccando su uno dei pulsanti qui sotto:

Tieni il tuo conto corrente sempre sotto controllo.
Calcola: Anatocismo, Spese, Lucro per Valuta;
Individua: Superamento Tassi Soglia d'Usura, corretta applicazione Commissione Massimo Scoperto.
www.checkbank.org
Sezioni
Da Scaricare
 
Home
Advertisement

Come augurio a tutti i cittadini di raggiungere al più presto un rapporto ottimale con il Settore del Credito, mi permetto di citare un intervento del Prof. EINAUDI espresso nel lontano 1930: 

Le Aziende di Credito esistenti in Italia non “paiono né troppe né poche. Sono troppe tutte quelle casse e banche – ora assai diminuite però, come si è visto, da allora -  che sono amministrate da asini, da ingordi, da dilettanti e da gente che vuol fare la banca per amor del prossimo.
Sono poche in confronto delle alcune altre migliaia di Banche che potrebbero utilmente lavorare in centri rurali, i quali ora ne sono sprovvisti, in altri centri, dove esistono solo filiali di grossi istituti affaccendate a pompar denari da rovesciare al centro e nelle stesse grandi città, dove gli istituti esistenti non abbiano saputo rispondere alle esigenze di ceti sociali pur bisognosi dell’aiuto della Banca”.

(EINAUDI, 1930)
Riportato nel Rapporto della
Commissione Economic

In questo secolo ci stiamo impattando contro le conseguenze proprio di questa fattispecie, ormai giunta al massimo della macroscopicità, fenomeno che nel 1930 sembrava cominciare a scomparire.

Federico Lippi

Conti Correnti aumentano costi TUB prevede multe PDF Stampa E-mail
Scritto da Federico Lippi   
mercoledì 17 febbraio 2010
ASCA) - Roma, 15 feb - Il grido di allarme lanciato sabato dal Governatore della Banca d'Italia Mario Draghi in merito all'aumento dei costi sui conti correnti, non ha considerato che in base al Tub le banche possono essere multate. Intanto, hanno ''scippato'' 50 euro di aumenti cui conti correnti tra commissioni e altri oneri. Lo afferma un comunicato di Adusbef-Federconsumatori.

''Se le banche - si legge - aggirano o non rispettano la legge che ha vietato le commissioni di massimo scoperto sui conti correnti non affidati (cioe' quelli privi della soglia di debito tollerata dagli istituti) e ne ha disciplinato l'applicazione su quelli affidati, il Governatore Mario Draghi piu' che fare i consueti appelli alla moral suasion che da anni le banche non accolgono, ha il dovere di ordinare alla pletora di dirigenti, urgenti ispezioni irrogando doverose sanzioni amministrative e perfino segnalazioni penali alla magistratura nei casi piu' gravi, come e' chiaramente disciplinato dal Testo Unico Bancario''.

''La verita' e' - affermano Elio Lannutti e Rosario Trefiletti rispettivi presidenti di Adusbef e Federconsumatori - che il Governatore Draghi dovrebbe fare tesoro delle indagini Antitrust, come la recente segnalazione al Parlamento sulla commissione di massimo scoperto''.

''Invocare dal palco del Forex un nuovo intervento legislativo, che superi le incertezze interpretative sul 'pizzo del massimo scoperto', applicato solo in Italia, equivale a trasferire sul legislatore la potesta' dei controlli e della vigilanza sulle aziende di credito che spettano alla Banca d'Italia'', affermano ancora Lannutti e Trefiletti.

''I rincari in ordine sparso imposti dai banchieri, dai 3 euro per prelevare contanti agli sportelli di Unicredit, che non possono piu' rivolgersi al personale della singola filiale anche per normali operazioni di cassa, ma devono procedere al versamento esclusivamente tramite sportelli automatici con l'obbligo di richiedere la tessera bancomat, ai ritocchi di costi e commissioni, oltre a configurare un ulteriore salasso per le tasche dei correntisti stimati in 50 euro su base annua, rappresenta l'ennesimo abuso che la Banca d'Italia finge di non vedere'', sottolineano i due rapresentanti delle associazioni dei consumatori.

Adusbef e Federconsumatori hanno presentato ''l'ennesima denuncia all'Antitrust'', auspicando che si possano stroncare ''gli ordinari abusi di un sistema bancario sulla pelle delle famiglie e delle piccole e medie imprese''.
 
< Prec.   Pros. >
 
Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Contatto diretto
Ultime Notizie
I piu' letti
La Posta
Quesiti dei Giudici e ricalcolo degli interessi- Posizione anomala di alcuni CTU

Quando il Giudice dispone il ricalcolo degli interessi passivi applicando la capitalizzazione semplice degli interessi, si intende che debba applicarsi la capitalizzazione annuale o nessun tipo di capitalizzazione?

 

 Grazie per l’attenzione. Cordialità.

Leggi tutto...
 
La Posta
Quesiti dei Giudici e ricalcolo degli interessi- Posizione anomala di alcuni CTU

Quando il Giudice dispone il ricalcolo degli interessi passivi applicando la capitalizzazione semplice degli interessi, si intende che debba applicarsi la capitalizzazione annuale o nessun tipo di capitalizzazione?

 

 Grazie per l’attenzione. Cordialità.

Leggi tutto...