Cerca all'interno del sito le informazioni:
Ricerca personalizzata
Anatocismo
Mutui
Articoli
Le Brevi
Collegamenti web
FAQ
Da Scaricare
Newsletter
Segnalaci!

Vuoi segnalare il sito della Delegazione Lazio Centro Nord di ADUSBEF?

FedericoLippi.it
Copia il codice nel box qui sotto ed incollalo nel tuo sito web:

Oppure usa uno dei nostri Feed RSS o Atom cliccando su uno dei pulsanti qui sotto:

Tieni il tuo conto corrente sempre sotto controllo.
Calcola: Anatocismo, Spese, Lucro per Valuta;
Individua: Superamento Tassi Soglia d'Usura, corretta applicazione Commissione Massimo Scoperto.
www.checkbank.org
Sezioni
Da Scaricare
 
Home
Advertisement

Come augurio a tutti i cittadini di raggiungere al più presto un rapporto ottimale con il Settore del Credito, mi permetto di citare un intervento del Prof. EINAUDI espresso nel lontano 1930: 

Le Aziende di Credito esistenti in Italia non “paiono né troppe né poche. Sono troppe tutte quelle casse e banche – ora assai diminuite però, come si è visto, da allora -  che sono amministrate da asini, da ingordi, da dilettanti e da gente che vuol fare la banca per amor del prossimo.
Sono poche in confronto delle alcune altre migliaia di Banche che potrebbero utilmente lavorare in centri rurali, i quali ora ne sono sprovvisti, in altri centri, dove esistono solo filiali di grossi istituti affaccendate a pompar denari da rovesciare al centro e nelle stesse grandi città, dove gli istituti esistenti non abbiano saputo rispondere alle esigenze di ceti sociali pur bisognosi dell’aiuto della Banca”.

(EINAUDI, 1930)
Riportato nel Rapporto della
Commissione Economic

In questo secolo ci stiamo impattando contro le conseguenze proprio di questa fattispecie, ormai giunta al massimo della macroscopicità, fenomeno che nel 1930 sembrava cominciare a scomparire.

Federico Lippi

MUTUI: ADUSBEF NON FIRMA PROTOCOLLO ABI, PER ONEROSITA’ ECCESSIVA DELLE CONDIZIONI E INTERESSI PDF Stampa E-mail
Scritto da Federico Lippi   
venerdì 18 dicembre 2009
COMUNICATO STAMPA

MUTUI: ADUSBEF NON FIRMA PROTOCOLLO ABI, PER ONEROSITA’ ECCESSIVA DELLE CONDIZIONI E INTERESSI CHE POSSONO INTEGRARE L’ANATOCISMO. I NEGOZIATI SERI DEVONO PORTARE VANTAGGI AI CONSUMATORI, NON CERTO ALLE BANCHE

Adusbef, pur avendo partecipato agli incontri con l’associazione bancaria italiana (ABI), non sottoscrive un protocollo che invece di aiutare le famiglie bisognose gettate in questa grave crisi per precise responsabilità delle banche, vuole continuare a lucrare dal bisogno fior di interessi ricapitalizzati con pratiche anatocistiche (nel caso in cui si richiedano pagamenti di rate prima della scadenza contrattuale), rese illegittime proprie dalle nostre limpide battaglie vinte in Cassazione a Sezioni Unite ed in Corte Costituzionale.

Imbastire speculazioni sul bisogno di un numero sempre più alto di famiglie, che il perdurare della crisi e l’incalzare della disoccupazione (8,2 per cento ad ottobre) non consente loro di onorare i pagamenti delle rate, spacciando un protocollo a senso unico troppo favorevole agli interessi delle banche per vantaggi ai consumatori,è deplorevole.
ABI infatti ha ritenuto utile – per le banche – mettere in piedi un meccanismo di sospensione sanato quindi da prestiti ulteriori, con il rinvio del pagamento di dodici rate, accodandole o a fine mutuo, o spalmandole sulle rate restanti,per mutui fino a 150.000 euro ed un reddito imponibile non superiore ad € 40.000, invece di traslare il piano di ammortamento senza alcun onere o interessi a carico dei mutuatari per i 12 mesi di sospensione.
Poiché Adusbef ha ottenuto fior di sentenze che inibiscono alle banche di poter continuare ad effettuare la restituzione dei mutui con il cosiddetto “ammortamento alla francese”, ossia prima il rimborso degli interessi e poi la restituzione del capitale,per un evidente squilibrio che avvantaggia gli istituti di credito,la soluzione prospettatata dall’Abi nel protocollo, può acuire la restituzione di interessi anatocistici con un appesantimento delle rate che dovranno comunque essere pagate.
La soluzione suggerita dall’Abi infatti,non è a costo zero per il mutuatario ma a titolo pesantemente oneroso, sia perché i banchieri non hanno ritenuto opportuno intervenire nella definizione di soluzioni con la moratoria sugli interessi, con rate che accodate alla fine matureranno interessi ed oneri maggiorati come se il mutuo fosse di un anno più lungo, analogamente ad interessi maturati se si decide di spalmare su tutte le rate i pagamenti.
Infine poiché è previsto un imminente aumento dei tassi di interessi da parte delle banche centrali,che non potranno continuare per molto tempo a sostenere la cuccagna per le banche di ingenti masse monetarie quasi regalate a banchieri avidi,che invece di impiegarle per finalità produttive ed offrirle alle PMI bisognose di credito,le indirizzano verso la speculazione monetaria, valutaria ed i carry trade, ossia gli arbitraggi impiegati da una parte all’altra del globo, alla beffa si aggiungerà il danno di tassi di interessi sulle rate dei mutui indicizzati che potranno liberamente fluttuare e certamente superiori a quelli di oggi.
Adusbef consiglia quindi di tirare la cinghia e pagare,dove possibile,le rate dei mutui cercando di non avvantaggiare ulteriormente con una “moratoria” onerosa invece di essre gratuita, i signori banchieri.


18/12/2

 
< Prec.   Pros. >
 
Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Contatto diretto
Ultime Notizie
I piu' letti
La Posta
Quesiti dei Giudici e ricalcolo degli interessi- Posizione anomala di alcuni CTU

Quando il Giudice dispone il ricalcolo degli interessi passivi applicando la capitalizzazione semplice degli interessi, si intende che debba applicarsi la capitalizzazione annuale o nessun tipo di capitalizzazione?

 

 Grazie per l’attenzione. Cordialità.

Leggi tutto...
 
La Posta
Quesiti dei Giudici e ricalcolo degli interessi- Posizione anomala di alcuni CTU

Quando il Giudice dispone il ricalcolo degli interessi passivi applicando la capitalizzazione semplice degli interessi, si intende che debba applicarsi la capitalizzazione annuale o nessun tipo di capitalizzazione?

 

 Grazie per l’attenzione. Cordialità.

Leggi tutto...