Cerca all'interno del sito le informazioni:
Ricerca personalizzata
Anatocismo
Mutui
Articoli
Le Brevi
Collegamenti web
FAQ
Da Scaricare
Newsletter
Segnalaci!

Vuoi segnalare il sito della Delegazione Lazio Centro Nord di ADUSBEF?

FedericoLippi.it
Copia il codice nel box qui sotto ed incollalo nel tuo sito web:

Oppure usa uno dei nostri Feed RSS o Atom cliccando su uno dei pulsanti qui sotto:

Tieni il tuo conto corrente sempre sotto controllo.
Calcola: Anatocismo, Spese, Lucro per Valuta;
Individua: Superamento Tassi Soglia d'Usura, corretta applicazione Commissione Massimo Scoperto.
www.checkbank.org
Sezioni
Da Scaricare
 
Home
Advertisement

Come augurio a tutti i cittadini di raggiungere al più presto un rapporto ottimale con il Settore del Credito, mi permetto di citare un intervento del Prof. EINAUDI espresso nel lontano 1930: 

Le Aziende di Credito esistenti in Italia non “paiono né troppe né poche. Sono troppe tutte quelle casse e banche – ora assai diminuite però, come si è visto, da allora -  che sono amministrate da asini, da ingordi, da dilettanti e da gente che vuol fare la banca per amor del prossimo.
Sono poche in confronto delle alcune altre migliaia di Banche che potrebbero utilmente lavorare in centri rurali, i quali ora ne sono sprovvisti, in altri centri, dove esistono solo filiali di grossi istituti affaccendate a pompar denari da rovesciare al centro e nelle stesse grandi città, dove gli istituti esistenti non abbiano saputo rispondere alle esigenze di ceti sociali pur bisognosi dell’aiuto della Banca”.

(EINAUDI, 1930)
Riportato nel Rapporto della
Commissione Economic

In questo secolo ci stiamo impattando contro le conseguenze proprio di questa fattispecie, ormai giunta al massimo della macroscopicità, fenomeno che nel 1930 sembrava cominciare a scomparire.

Federico Lippi

Quando la realtà supera la fantasia: Bankitalia bacchetta.. le banche!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Federico Lippi   
lunedì 13 aprile 2009

Bankitalia bacchetta le banche: ''Vostro compito è proteggere i clienti deboli e ritrovare rapporti leali''

Palazzo Koch: necessario che vi sia "piena consapevolezza del legame tra lealtà con la clientela e sana e prudente gestione''. La Banca d'Italia considera la tutela della clientela "un punto qualificante della propria attività di vigilanza''



Però, piccolo piccolo in alto al lancio dell'Adn Kronos  svetta questa frasetta che  in realtà indirettamente "precisa" che gli Italiani sono i veri responsabili dei mali  in cui sono incorsi:


"Solo la metà degli italiani ha un'educazione finanziaria sufficiente"
Doveroso a questo punto chiedersi,
"ma quante banche hanno una educazione  di etica finanziaria?" Non si arriva certo a contare la metà delle banche, neanche ora che si son accorpate.

 

Questa è la barzelletta del giorno che ci fa capire  meglio fino a che punto si possa giungere pur di convincere gli utenti ad addossarsi tutte le colpe e quindi tutti gli oneri derivanti dalle disfunzioni delle settore Bancario, non ultimo l'utilizzo delle infernali  nuove macchinette bancomat con  le quali si cerca di farci fare anche i versamenti di danaro liquido ed assegni: non ci troveremo più solo avanti al P e f telematico ma ci divertiremo pure a sopportare direttamente il prelievo del nostro danaro da parte di un robottino che noi zotici, non abbianìmo saputo usare.

Abbiamo appreso con gioia che i robottini soppianteranno quanto prima i dipendenti bancari i quali saranno dedicati a piazzare alla clientela prodotti bancari, ed anche in questo caso, se compreremo prodotti "bacati", sarà solo colpa nostra perchè

"Solo la metà degli italiani ha un'educazione finanziaria sufficiente"

Quanti invece della metà che ha  "una educazione bancaria sufficente" si fidano  dei prodotti bancari? Sarebbe interessante scoprirlo.

Articoli correlati

 

 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 13 aprile 2009 )
 
< Prec.   Pros. >
 
Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.
Contatto diretto
Ultime Notizie
I piu' letti
La Posta
Quesiti dei Giudici e ricalcolo degli interessi- Posizione anomala di alcuni CTU

Quando il Giudice dispone il ricalcolo degli interessi passivi applicando la capitalizzazione semplice degli interessi, si intende che debba applicarsi la capitalizzazione annuale o nessun tipo di capitalizzazione?

 

 Grazie per l’attenzione. Cordialità.

Leggi tutto...
 
La Posta
Quesiti dei Giudici e ricalcolo degli interessi- Posizione anomala di alcuni CTU

Quando il Giudice dispone il ricalcolo degli interessi passivi applicando la capitalizzazione semplice degli interessi, si intende che debba applicarsi la capitalizzazione annuale o nessun tipo di capitalizzazione?

 

 Grazie per l’attenzione. Cordialità.

Leggi tutto...